Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Architettura

Presentazione del corso

 

Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura ciclo unico (CdLM4cu ) trae le sue origini dal corso istituito nel 1936, quando l'Istituto Superiore di Architettura venne aggregato alla Università degli Studi come Facoltà di Architettura di Firenze, per lo svolgimento dei corsi quinquennali e il conseguimento della laurea di dottore in architettura.

Il CdLM4cu rilascia un titolo riconosciuto nei paesi della Comunità Europea in conformità alla Direttiva 2013/55/UE.  


Obiettivi formativi

Il corso di studio, della durata di cinque anni, prevede un unico curriculum finalizzato all'apprendimento di capacità e competenze progettuali nel settore dell'architettura e delle trasformazioni della città e dell'ambiente.


Profili professionali

Le prospettive professionali ed i ruoli che si offrono con il conseguimento del titolo di studio sono:

  • progettista come libero professionista in forma autonoma o associata;
  • collaboratore al coordinamento e sviluppo di progetti negli studi professionali, negli uffici tecnici di imprese di costruzione o di aziende produttrici di componenti e sistemi edilizi,
  • ruoli di responsabilità e coordinamento dei progetti presso le istituzioni pubbliche preposte al governo,  al controllo e all'approvazione degli interventi nel settore delle costruzioni o dell'ambiente.

La Laurea in Architettura offre la possibilità di sostenere l'esame di abilitazione all'esercizio della professione dell'architetto e di iscriversi all'albo nella categoria "senior". Le sezioni alle quali è possibile accedere sono tutte quelle previste dall'ordinamento vigente e cioè architettura, pianificazione, paesaggio, conservazione.


Requisiti di ingresso

Per l’accesso è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, o di altro titolo conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

L’iscrizione al corso è a numero programmato (attualmente di 300 unità). Gli studenti vengono ammessi al primo anno del corso di studi in base ad un test predisposto a livello nazionale. Il test mira a stabilire le conoscenze dei candidati e le loro attitudini per le materie caratterizzanti del corso di studi in quattro aree disciplinari: disegno e rappresentazione, matematica e fisica, logica, storia.


Articolazione del corso di laurea

Il Corso ha la durata di cinque anni. Lo studente che abbia acquisito 300 CFU (Crediti Formativi Universitari), può conseguire il titolo prima della scadenza quinquennale. L’attività normale dello studente corrisponde mediamente al conseguimento di 60 crediti l’anno.


Articolazione insegnamenti

Le attività didattiche sono articolate in corsi “teorici” e in corsi “applicativi” o laboratori. Ai corsi “teorici” è affidato prevalentemente l'insegnamento degli aspetti teorico-scientifici delle discipline che caratterizzano il corso di studio, indispensabili per una solida formazione di base, mentre ai laboratori è affidata la formazione di tipo pratico.

Nel percorso di studio sono previste altre attività autonomamente scelte dallo studente: ferma restando l'autonomia di scelta dello studente, il corso di studi organizza un adeguato numero di seminari tematici o corsi o laboratori per consentire allo studente di approfondire alcuni aspetti della sua formazione, anche in vista della preparazione della tesi di laurea.

Con finalità orientativa e formativa nei confronti del mondo del lavoro e di possibile inserimento nelle attività professionali è previsto un tirocinio che si svolge sotto il controllo di un tutor universitario. Il tirocinio deve rispecchiare gli intenti dello studente in relazione al programma di tesi.


Esami di profitto

Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto che si differenziano tra quelli degli insegnamenti di tipo teorico e quelli degli insegnamenti di tipo applicativo, ovverosia i Laboratori.

Per i primi dove l’acquisizione delle conoscenze avviene prevalentemente attraverso la didattica frontale (lezioni) le modalità di accertamento possono prevedere prove intermedie e/o una prova finale.

Per i Laboratori, le modalità di accertamento prevedono, previa verifica della frequenza ai corsi, una valutazione delle esercitazioni pratiche a carattere progettuale sia nelle fasi intermedie sia nella fase conclusiva.

Per garantire un coerente iter formativo lo studente deve rispettare le propedeuticità degli insegnamenti previste dal regolamento.


Prova finale di laurea

Al termine del percorso formativo lo studente affronta la prova finale (tesi di laurea), che consiste in una elaborazione originale che si articola come percorso di ricerca applicata o come percorso di progettazione negli orientamenti. Per essere ammesso alla prova finale, lo studente deve avere acquisito tutti i crediti nelle restanti attività formative.

 
ultimo aggiornamento: 21-Mag-2015
Unifi Scuola di Architettura Home Page

Inizio pagina